La nostra storia

Home Su Sommario Come aderire Cronologia

 

Adozione a distanza Informazioni Link Contatti Come aderire Elenco soci

Collegamenti presenti in questa pagina:

Mozambico Dolce Nero
Kwaedza - pac
Cinemovel
Attraverso gli occhi dei bambini
Progetto calendario
Mostra delle erbe palustri
Il cinema itinerante in Mozambico
Missione per il Mozambico
Mozambico oltre l'emergenza
Progetti 2003
Progetti 2004

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La nostra storia e cosa è stato realizzato

 

Vari incontri svoltisi nel corso del 1999 e tenutisi presso il Comune di Russi, alla presenza dell’Assessore alle Politiche Sociali Mario Silvestri, sono serviti ad illustrare il progetto della creazione di un’Associazione di volontariato, finalizzata all’aiuto delle comunità disagiate del Mozambico, e sollecitata dall’UNOPS (l’ufficio dei progetti di servizio dell’ONU che ha sede a Roma) che svolgeva la funzione di promotore di gemellaggi e accordi fra Amministrazioni Italiane e Mozambicane con obiettivi di sostegno sociale nell’ambito della cooperazione decentrata.

Nel corso di questi incontri veniva definita la funzione del Comune quale promotore e coordinatore delle iniziative sviluppate dall’Associazione presso le autorità Mozambicane competenti e anello di congiunzione con la Regione Emilia Romagna e gli altri Enti o Comitati che potevano essere interessati o coinvolti nelle finalità dell’Associazione.

Da questi incontri emerge la consapevolezza che sia indispensabile una missione in Mozambico che permetta di:

  1. Creare i contatti ed i permessi politico-burocratici con le autorità locali indispensabili allo sviluppo dell’iniziativa;
  2. Individuare l’area geografica del Mozambico in cui operare;
  3. Individuare quali settori della vita sociale necessita di sviluppo e in che forma;
  4. Creare le condizioni per lo sviluppo di scambi culturali che permettano di far meglio conoscere il paese coinvolto.

La missione è realizzata fra il 29/03/2000 ed il 13/04/2000 con il patrocinio dell’UNOPS  che, presente nel paese, ha fornito l’organizzazione logistica.

Alla missione hanno partecipato L’Assessore Mario Silvestri, per l’Associazione Mauro Rambaldi e due rappresentanti dell’ARCI nazionale Nicola Tiezzi e Stefania Servidio.

Il risultato della missione è molto proficuo, in quanto oltre a creare i necessari collegamenti con le autorità locali s’individuano alcuni progetti immediati.

Il primo e più importante risulta essere di scambio culturale e prevede l’invio di un gruppo folcloristico che prenderà parte al “Festival Internazionale del Folclore” che tutti gli anni si tiene a Russi nel mese d’agosto.

Sono inoltre individuate due aree, i Distretti di Tambura e Guro nella provincia di Manica, nelle quali tentare di realizzare progetti di sostegno alla pesca o all’agricoltura, settori principali dell’alimentazione nelle comunità visitate.Quello che più emerge dalla visita è la totale mancanza d’attrezzature specifiche, anche le più rudimentali. Viene concordato con l’Amministrazione locale l’impegno per l’acquisto di reti da pesca (e altro materiale di uso comune) da consegnare alla cooperativa di pescatori locali attualmente sprovvista di tutto.

Durante la missione, l’esperto fotografo Nicola Tiezzi, ritrae uno spaccato della vita locale nei distretti visitati.

Al rientro dalla missione gli sforzi si concentrano su due aspetti, il primo la realizzazione degli impegni assunti e l’altro la costituzione dell’ “Associazione Amici del Mozambico” in forma registrata e ufficiale.

 

Con il materiale fotografico sviluppato da Nicola Tiezzi è allestita, dal 02 al 10/08/2000, una mostra fotografica nella chiesetta in Albis di Russi con il nome di “Mozambico Dolce Nero”.

Con le foto vengono realizzati anche un libro ed un CD che saranno venduti dall’Associazione.

Durante il “Festival Internazionale del Folclore” svoltosi fra il 04 ed il 06/08/2000 viene ospitato il gruppo folcloristico "KWAEDZA-PAC" (sole nascente) che conseguirà un gran successo esibendo uno spettacolo suggestivo pieno di danze, ritmi e colori cosi lontani dalle nostre tradizioni ma capace di colpire al cuore il folto pubblico presente.

 

Continuano gli incontri con i rappresentanti del Comune di Russi e d’altre associazioni (come quella del Burkina-Faso patrocinata dal Comune di Bagnacavallo, che hanno già esperienza nel settore) al fine d’individuare tutti gli elementi che permetteranno ai soci fondatori dell’ “Associazione amici del Mozambico” di realizzare lo statuto societario e registrarlo ufficializzando così l’attività svolta dall’Associazione. Registrazione avvenuta il 28/04/2001.

Oltre alle summenzionate manifestazioni, l’Associazione partecipa, mediante l’allestimento di mercatini d’artigianato tipico, a fiere e feste paesane con lo scopo principale di farsi conoscere sul territorio e raccogliere quei fondi necessari a raggiungere l’obiettivo dell’acquisto delle reti da pesca da inviare a Tambura.

In questo periodo nasce anche l’idea, portata dai soci fondatori Elisabetta ANTOGNONI e Nello FERRIERI, di realizzare un progetto di “cinema itinerante” da portare sulle piazze dei villaggi e delle piccole città all’interno del Mozambico.

L’idea è di portare il cinema in quelle zone del paese che a causa della guerra e di tutte quelle calamità che hanno colpito il paese negli ultimi anni poco hanno avuto di progresso rimanendo quasi tagliati fuori del mondo. Nasce così il “CINEMOVEL” che si pone come obiettivo, oltre a stupire e allietare le popolazioni con quella meravigliosa invenzione che è il cinema, una campagna di sensibilizzazione contro l’AIDS che nel sud dell’Africa si sta sviluppando in modo particolarmente virulento e devastante.

In data 08/06/2001 parte la seconda missione per il Mozambico che terminerà il 22/06/2001.

L’obiettivo principale, della missione, è la consegna delle reti da pesca e del materiale acquistato con il ricavato dell’attività svolta dall’Associazione.

L’accordo sviluppato con l’Amministrazione locale prevede che la cooperativa di pescatori che riceverà le reti da pesca già confezionate le pagherà consegnando il controvalore in pesce da destinare alle fasce sociali più deboli (all’ospedale, all’ospizio, ecc.).

Il restante materiale (idoneo per la costruzione d’ulteriori quattro reti), servirà invece al sistema artigianale dando modo agli anziani pescatori di trasmettere l’arte ai giovani.

Altro obiettivo è di creare tutti i contatti necessari a sviluppare l’idea del “CINEMOVEL” e creare i presupposti per la sua realizzazione, realizzazione che avverrà fra il 28/07/2001 ed il 20/10/2001.

Durante la visita ai luoghi di consegna delle reti vengono anche presi i contatti con le scuole elementari del luogo e, vista la carenza di materiale didattico, è sviluppata direttamente sul luogo l’idea di allestire in Italia una mostra realizzata con i disegni dei bambini e tentare di reperire fondi per acquistare materiale didattico.

 

Al rientro dalla missione, l’idea dei disegni, sarà sviluppata assieme all’Amministrazione comunale e alle scuole elementari del Comune di Russi cercando di mostrare come a qualunque latitudine i piccoli vedono il mondo più o meno allo stesso modo.

Nasce in questo modo la mostra “Attraverso gli occhi dei bambini”, che sarà esposta dal 16/12/2001 al 06/01/2002, presso il centro polivalente di Russi. Da quest’iniziativa è inoltre ricavato un calendario che porterà in ogni sua pagina una raccolta dei disegni più significativi.

La mostra è stata abbinata ad un concorso (ogni visitatore ha votato il disegno che più lo ha colpito) che premiava i disegni più apprezzati.

La vendita dei calendari (PROGETTO CALENDARIO), ed i mercatini svolti nel corso dell’anno [di cui il più significativo sarà quello della Festa di Primavera a Traversara ma non meno importante la “Mostra delle Erbe Palustri” tenutasi a Villanova di Bagnacavallo (RA) ], permetteranno di raccogliere fondi sufficienti all’acquisto di Materiale didattico da inviare alle scuole che hanno prodotto i disegni.

 

Grazie alle foto realizzate dallo staff che ha portato a compimento il progetto “CINEMOVEL” è stato possibile allestire una mostra intitolata “Cinemovel il cinema itinerante in Mozambico”che ha fatto conoscere alla cittadinanza lo scopo ed i risultati che il progetto itinerante si era proposto.

La mostra, tenutasi a Russi nell’ambito della “Firà di set dulur” dal 12/09/2002 al 16/09/2002, è stata inaugurata alla presenza del Console Mozambicano in Italia e del Sindaco di Russi.

Nel corso della manifestazione è stato anche presentato il calendario 2003, realizzato con alcune foto di donna tratte dalla mostra stessa. Il ricavato dalla vendita del calendario avrà come obiettivo la realizzazione di progetti di solidarietà alla donna Mozambicana.

In data 05/05/2002, grazie ad un trasporto gratuito gentilmente effettuato dalla CMC di Ravenna il materiale didattico acquistato veniva inviato a Maputo.

 

In data 24/09/2002, l’Assessore alle Politiche Sociali Mario Silvestri, il Presidente dell’Associazione Amici del Mozambico Mauro Rambaldi, ed i due soci Iside Montanari e Claudia Magnani partono in "Missione per il Mozambico"  e raccolto il materiale didattico presso la CMC in Maputo lo andranno a distribuire presso le scuole di Tambura e Guro. (Il costo del viaggio sarà a carico d’ogni singolo partecipante che ha dedicato a quest’iniziativa le proprie ferie).

Altro importante obiettivo della missione era la verifica del corretto utilizzo delle reti da pesca, consegnate nella precedente missione, ed il rispetto degli accordi presi con l’Amministrazione locale. E’ stato verificato il loro corretto uso ed il rispetto degli accordi presi.

 

Con la documentazione fotografica, realizzata durante il viaggio e le cerimonie di consegna del materiale scolastico, è stata allestita la mostra “Mozambico oltre l’emergenza” nella sala messa a disposizione dal Banco di Sangimignano e San Prospero in Russi. Questa mostra, nello spirito dell’Associazione, è stata realizzata con l’intento di mostrare il percorso che dall’idea iniziale ha portato alla realizzazione del progetto sino al suo compimento documentando a chi ha contribuito come sono stati utilizzati i fondi raccolti. La mostra si è svolta dal 24/12/2002 al 12/01/2003.

 

Nel corso dell’ultima missione in Mozambico, effettuata nel mese d’Ottobre 2002, i partecipanti, che rappresentavano l’Associazione, sono entrati in contatto con alcuni esponenti del “Centro Missionario Diocesano” che operano a Maimelane nel distretto di Vilanculo.

I missionari sono impegnati a realizzare la costruzione di scuole per la formazione dei giovani.

Le iniziative s’inquadrano ampiamente negli scopi che la nostra associazione si prefigge.

Pertanto l’Associazione ha deliberato di collaborare con il Centro Missionario, ed inserito per il programma dell’anno (2003) le seguenti prime due proposte:

1) Reperire i fondi necessari alla realizzazione di una scuola materna rurale, situata nel “Mato”, vale a dire in una zona di campagna all’interno del paese.

2) Di attivare un punto di contatto e di sostegno alla campagna “Adozione di solidarietà a distanza”, dando pubblicità all’iniziativa, e favorire il collegamento fra tutti gli interessati all’iniziativa ed il Centro Missionario Diocesano che n’è il promotore.

 

 

 

 

Home Su Sommario Come aderire Cronologia